PERSONE DA RICORDARE

Insieme agli ideatori del Centro Studi Roberto Favero e Nella Falletti Geminiani

                 nome                     titolo                               perchè        
contessa Teresa Martin Perolin  nuora di Costantino Nigra

 Ha fatto erigere a sue spese il monumento realizzato dallo scultore Biscarra a Villa Castelnuovo nel 1923

comm. Agostino Marten Perolin  fratello di Teresa  Ha donato tutte le carte Nigra, dopo la morte della sorella di cui era erede, al Museo del Risorgimento di Torino nel 1928
dott Costantino De Rossi Nigra  pronipote di Costantino Nigra  Raccolse molti cimeli di Nigra che poi la figlia Fulvia e la moglie Silvana donarono alla Biblioteca Civica di Castellamonte. Promosse e organizzò le celebrazioni del 50° anniversario della morte del Nigra.
Michelangelo Giorda  storico e studioso Scrisse la prima biografia di Costantino Nigra di assoluto valore storico
avv Giuseppe Perotti storico castellamontese  Promosse il restauro della Tomba dell'ambasciatore Nigra curata dal Lions Club Alto Canavese nel 1983 e le prime conferenze divulgative per valorizzare la figura dell'illustre canavesano.
Giuseppe Maria Musso  giornalista e scrittore  Scrisse e promosse la prima Lettura Scenica su Costantino Nigra in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario della nascita (1978)
Amerigo Vigliermo Centro Etnologivo Canavesano Per le sue ricerche e sviluppi della canzone popolare piemontese sulla base degli studi di Costantino Nigra
Giuseppe Valsecchi pittore Per aver promosso la campagna per il restauro della Tomba Nigra a Villa Castelnuovo
Lions Club Alto Canavese i soci Per aver effettuato il restauro della Tomba Nigra, in stato di totale abbandono nel 1982, contribuito all'impianto di illuminazione nel 2006 e dotato il Centro Studi di una postazione informatica completa

Rotary Club

Cuorgnè e 

Ivrea

i soci Per le attività di divulgazione e valorizzazione del personaggio ed il restauro della targa a Nigra presso il Municipio di Ivrea.
Stefano Comino politico e uomo di cultura Fu il promotore del Premio Costantino Nigra istituito da Comune di Castelnuovo Nigra, Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comunità Montana nel 2000 per onorare la memoria dell'illustre canavesano
Claudio Ghella uomo di comunicazione Per i suoi lavori di promozione del personaggio e raccolta di materiale divulgativo
Gino Giorda storico castellamontese Per le ricerche e attività culturali su Costantino Nigra come Ptresidente della Biblioteca Civica di Castellamonte
Carlo Demarchi  studioso di storia canavesana Promosse la seconda e più importante pubblicazione delle Poesie di Costantino Nigra edita dal Lions Club Alto Canavese nel 2001
Silvio Bersano canavesano per il suo impegno attivo nel ricordo del grande conterraneo
Sergio Bracco già sindaco di Castelnuovo Nigra per l'impegno profuso nelle celebrazioni del centenario della morte del Nigra
Alfredo Morletto commercialista Promosse e gestì la pubblicazione della prima approfondita biografia di Costantino Nigra, scritta da Roberto Favero, finanziata dalla Fondazione CRT e edita dal Lions Club Alto Canavese nel 2006.
Maria Adelaide Pellicci canavesana per il suo impegno nel ricordo del Nigra a Chiavari e Rapallo
Carlo Ampollini dirigente Olivetti e Rotary Club Ivrea Per aver promosso le celebrazioni del centenario della morte ed il restauro della targa commemorativa esistente presso il Comune di Ivrea
Simona Salvetti e Francesca Siragusa Compagnia Lo Zodiaco di Caluso Per il loro impegno nel divulgare personaggi e fatti del risorgimento, con particolare riferimento a Costantino Nigra, in lavori teatrali ed in presentazioni
Cristina Ghella  abitante di Colleretto Castelnuovo Per aver donato tutto il materiale raccolto dal marito Claudio e riguardante Costantino Nigra

Rodolfo

Giacoma Ghello

studioso di Costantino Nigra per aver contribuito con materiale e informazioni alla creazione documentale del Centro Studi
Attilio Perotti e Emilio Champagne Centro Audiovisivo Canavesano Per i lavori di digitalizzazione del Fondo Nigra appartenente alla Biblioteca Civica e confluito nel Centro Studi Costantino Nigra
Gian Paolo Crosetto residente a Villa Castelnuovo Per i suoi lasciti e contributi alla crescita del Centro Studi
Elio Torrieri e Roberto Perino artisti Per i loro contributi in arte pittorica e ceramica al ricordo del grande diplomatico
Rita Giacomino studiosa canzone popolare Per le sue attività di promozione delle conoscenze del Nigra come etnologo e studioso del Canti Popolari
Marco e Susanna Marcon canavesani della Valle Sacra Per il loro impegno nel diffondere la cultura popolare attorno alla figura del Nigra.
Gianfranco Fontanella pronipote del Bersagliere Giuseppe Madonna(classe1827) Per il lascito di una serie di lettere autografe del suo bisnonno scritte ai genitori nel periodo marzo 1860 giugno 1862 durante il conflitto tra Regno di Sardegna, Stato Pontificio e regno Borbonico

 

l'altare della Chiesa di Villa Castelnuovo donato dalla contessa Teresina Nigra