I SENATORI D’ITALIA : COSTANTINO NIGRA

 1. Data e luogo di nascita e di decesso

  Villa Castelnuovo:  11 giugno 1828

  Rapallo:  1 luglio 1907

 2. Nome e cognome del padre, della madre, del coniuge e dei figli

 Padre: Lodovico Nigra

 Madre: Catterina Revello

 Coniuge: Emerenziana Vegezzi Ruscalla

 Figlio: Costantino Corrado Lionello

 Nuora: Teresina Martin Perolin

 Nipote: Costantino

3. Cariche Istituzionali

 A 31 anni Console di 1a classe poi Incaricato d’Affari nella carriera diplomatica

  • A 32 anni Ministro Plenipotenziario a Parigi
  • A 33 anni è Governatore delle Province Meridionali
  • A 34  anni Ambasciatore d’Italia a Parigi

                      poi a San Pietroburgo, Londra e Vienna

  • Ministro Plenipotenziario firmatario della Convenzione di Settembre(15-9-1864) tra Italia e Francia per l’accordo sul futuro dello Stato Pontificio
  • Per 7 volte Ministro Plenipotenziario (dal 1869 al 1899) e Firmatario di importanti trattati a livello europeo   
  • A 62 anni è nominato Senatore del Regno d’Italia

 4. Onorificenze

 Cavaliere dei SS Maurizio e Lazzaro, nominato dal Re Vittorio Emanuele II nel 1856.

Nel 1882 è nominato Conte del Predicato di Villa Castelnuovo dal Re Umberto I. Si fregia del motto in vernacolo piemontese “Aut e Drit” “Verso Mete Eccellenti con Dirittura Morale”

 Insignito del Collare della SS Annunziata nel 1892 dal re Umberto I con la nomina a Grande Ufficiale dello Stato. Diventa così membro della famiglia Reale.

 Ha ricevuto le più alte Onorificenze al merito dei seguenti paesi:

Italia :   Gran Croce della Corona d’Italia

             Gran Cordone dell’Ordine Mauriziano      

Francia : Grand’Ufficiale della Legion d’Onore

Russia : Gran Cordone dell’Ordine di S.Alessandro Newsky

Austria : Gran Croce della Corona

Persia : Gran Cordone dell’Ordine del Sole e del Leone di Persia

Germania : Cavaliere dell’Ordine dell’Aquila Rossa di Prussica

Portogallo : Gran Croce dell’Ordine di Cristo

Danimarca : Cavaliere dell’Ordine di Danebrog

Spagna : Commendatore dell’Ordine di Isabella La Cattolica

 Laurea Honoris Causa dell' Università di Edinburgo e dell'Università di Cracovia

 Membro dell’Accademia dei Lincei

Membro dell’Accademia delle Scienze di Torino dal 1898

Membro del Reale Istituto di Scienze, Lettere e Arti

Membro dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere

Membro Onorario dell’Ateneo di Venezia

 Membro della Regia Accademia d'Irlanda

Membro dell'Accademia delle Scienze Austriaca

 5. Note Biografiche Essenziali

 1828                                Nasce A Villa Castelnuovo

1834-1838          Frequenta le Scuole Elementari a Castellamonte

1839-1842          Frequenta le Scuole Medie a Cuorgnè

1843-1845          Frequenta il Liceo ad Ivrea

1846                   Inizia gli studi di legge presso il Collegio delle Province a Torino

1848                   Volontario studente alla 1° guerra di Indipendenza ed è ferito all’avambraccio

1849                   Consegue la laurea in legge all’Università di Torino

1851                   Entra come volontario al Ministero degli Esteri

1852                   Nominato segretario particolare del Presidente del Consiglio Cavour

1853                   Applicato di 4° classe (dirigente del Ministero)

1855                   Capo di Gabinetto di Cavour al Congresso di Parigi

1856                   Vice Console di 1° classe

1859                   Console di 1° classe

1860                   Ministro Plenipotenziario a Parigi

1861                   Governatore delle Province Meridionali

1862-1876          Ambasciatore d’Italia a Parigi

1863                   Ministro Plenipotenziario per la firma del Trattato di Commercio con la Francia

1869                   Ministro Plenipotenziario per la Conferenza sulla Grecia         

                           Ministro Plenipotenziario per la firma della Convenzione Postale con la Francia

1874                   Ministro Plenipotenziario per la ratifica della Convenzione Monetaria tra Italia, Francia, Belgio e Svizzera

1875                   Ministro Plenipotenziario per la Conferenza Metrica Internazionale

1876-1881          Ambasciatore d’Italia a San Pietroburgo

1884                   Viene nominato Conte

1882-1884          Ambasciatore d’Italia a Londra

1884                   Ministro Plenipotenziario per la Conferenza sugli Affari Egiziani

1885-1889          Ambasciatore d’Italia a Vienna

1887                   Ministro Plenipotenziario per le proprietà Artistiche e Letterarie

1890                   Ministro Plenipotenziario per la firma della Convenzione per le proprietà Letterarie tra Italia e Austria Ungheria

1890                   Senatore del Regno d’Italia

1899                   Ministro Plenipotenziario alla Conferenza Internazionale della Pace all’Aja

1904                   Si ritira dalla Diplomazia

1907                   Muore a Rapallo nella notte tra il 30 giugno ed il 1° luglio

6. Meriti

 Avendo versato il proprio sangue per gli ideali della patria nella 1° guerra di indipendenza, collaborato in maniera illuminata con Cavour per l’alleanza con la Francia in occasione della 2° guerra di indipendenza, contribuito con azione diplomatica lucida e determinata al completamento del processo di unificazione di Cavour dopo la sua morte, salvato il nostro paese da sicura rovina impedendone l’alleanza con la Francia  in occasione della guerra con la Prussica e conseguente caduta dell’Impero francese nel 1870, illuminato la scena della diplomazia europea negli anni in cui fu Ambasciatore d’Italia nelle varie sedi occupate, tenuto un comportamento irreprensibile in tutti i 56 anni di carriera diplomatica, contribuito alla divulgazione della cultura italiana in tutta Europa e nel Mediterraneo, merita veramente di essere ricordato ed onorato come uno dei Padri della Patria.

 Innumerevoli le attestazioni di ammirazione nei suoi confronti da parte di Case Reali, Enti, Istituzioni, Associazioni, Artisti, Scienziati, Privati cittadini.

 Alla sua morte i principali quotidiani di tutta Europa celebrarono la scomparsa di un Grande Diplomatico e di un grande Uomo di Cultura.

Fu commemorato in Senato a Roma, a Torino, ad Aosta, in molte altre città in Italia ed all’estero ed in tutte le Associazioni di cui faceva parte.

Oltre 60 Comuni italiani gli hanno dedicato una strada.

Nel 50° anniversario della morte il Ministro degli Esteri Giuseppe Pella tenne l’orazione ufficiale presso il Comune di Castellamonte (To), capoluogo della Valle Sacra in cui Nigra era nato.